Coronavirus crescita personale Lettere da Coronavirus scuola

Ai nuovi diplomati

Cari miei umani... eccovi un'altra letterina da parte mia. Se qualcuno si è persa la prima può leggerla cliccando qui: S’io fossi foco…
pexels-photo-708392.jpeg
Photo by Helena Lopes on Pexels.com

Questa è la mia terza lettera per voi umani e devo dire che quest’abitudine di scrivere per comunicare con voi mi sta piacendo sempre di più, tanto che sto prendendo… il virus! Che bella battuta che ho fatto, peccato che non so ridere. Comunque… se volete leggere la mia prima lettera cliccate QUI e per la seconda QUI

Devo ammettere che ve la siete cavata lo stesso, miei cari ragazzi maturandi, nel senso che, se pur ridotti e con non poche difficoltà, gli Esami di Stato li state sostenendo lo stesso. E bravi!

Sto girando per le Commissioni nelle scuole italiane e quasi mi commuovo (sempre per il fatto che un cuore non ce l’ho) ogni volta che vedo le precauzioni che prendete per la “distanza sociale”, per disinfettare sempre tutto dopo ogni esame e così via. E che tenerezza che mi fate quando vi vedo armeggiare con la mascherina: togli-metti-metti togli…

Cari ragazzi, vorrei dirvi che mi dispiace che siate soli a sostenere quest’esame così importante, senza i compagni, i familiari, solo un accompagnatore… ma non è vero (altrimenti che razza di Coronavirus sarei?). Ecco perché voglio darvi qualche consiglio, per la vostra vita post-diploma:

1. Dal momento che il diploma ce l’avete in tasca ormai, smettete di studiare. Chi ve la fa fare? Avete studiato abbastanza, no? E poi… le università sono chiuse (riapriranno? Boh…). Se hanno riaperto le discoteche e non le università  un motivo ci deve essere, no?

2. Vivete alla giornata, non programmate niente: l’avete visto che poi arriva qualcosa come me e manda tutto all’aria, no?

3. Smettete di imparare: ormai che vi rimane ancora da imparare dopo tutti gli anni avete passato a scuola, seduti nei banchi (tranne questi ultimi mesi) e sui libri?

4. A proposito di libri… lasciate stare anche loro. Godetevi di più la vita, ora che avete finito le superiori. Intensificate le ore alla Playstation e sui social (anche perché ancora dovete evitare il contatto fisico con i vostri amici, no?). E allora! Avete Facebook… Instagram… potete incontrarvi così… non siete contenti?

5. Gli adulti vi hanno sempre detto di affrontare le sfide, vero? Cavolate! Statevene rinchiusi in casa, non mettetevi in mostra e quelle non vi noteranno neppure. Risultato: voi continuerete a stare tranquilli (tanto lo avete già fatto, durante la quarantena, no?) fermi e rinchiusi e nessuno, ma proprio nessuno, vi darà fastidio.

6. Non fatevi coinvolgere nelle cause importanti: richiedono tempo ed energia e voi proprio ora iniziate a godervi la vita, quindi… lasciate stare. Ignorate quello che, sempre gli adulti, vi ripetono: dovete fare la differenza nel mondo! Baggianate, credetemi.

7. Idem per quell’altra favoletta che si chiama “Trova la tua passione“. L’avete già trovata, la vostra passione, no? Anzi… ne avete pure diverse: videogiochi, divano…

8. Anche quella storiella sulla gestione del tempo: non sapete già gestirlo, il vostro tempo? Ora che non andrete più a scuola sono sicuro che, se ascoltate i miei consigli, imparerete alla grande a dividere le 24 ore a vostra disposizione. Che poi… che ci vuole? Togliete 10 ore per il sonno, 8 per la Play, 4 per… (io e voi lo sappiamo, no?) vi rimangono ben due ore da riempire! Pensate a quanti video su Facebook e a quanti film o talent show si possono vedere con due ore libere al giorno!

9. Comunque… se qualcuno… prima… aveva dei progetti... io consiglio di rimandarli. Rimanete in attesa e vedete un po’ (ma non tanto, non c’è bisogno) come si evolvono le cose. Io non garantisco niente: posso decidere di andarmene per sempre, di tenervi ancora un po’ in stand by e posso anche ritornare alla grande, se voglio. Io sono libero!

10. Ascoltate i miei consigli, se volete vivere una vita piena e soddisfacente. Ricordatevi che più vi date da fare più rischiate di fallire e il fallimento non è una bella cosa, siete d’accordo?

Comunque, alla fine, siete voi che dovete decidere. Ormai siete maggiorenni e diplomati (o quasi) e nessuno può costringervi. Solo… ricordatevi che la vita è una sola e dovete viverla nel miglior modo possibile. Mi sembra superfluo sottolineare che quello che vi ho consigliato io è senz’altro il migliore.

Parola di Coronavirus

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: