Coronavirus Lettere da Coronavirus

Sono io cattivo o voi…indisciplinati?

Ed eccomi qua a scrivervi un’altra letterina.

Ho fatto passare un po’ di tempo, ma ora non ne posso più. Sì, perché non fate altro che dire, tutti i giorni, che sono diventato più cattivo, più agguerrito e che ora colpisco anche i giovani.

E voi, invece? Non avevate detto e ripetuto: Mai più! dopo l’esperienza vissuta fino a maggio?

E invece… dopo la libetà riconquistata, nonostante gli avvertimenti, avete ripreso ad assembrarvi, a stare addossati l’uno accanto all’altro, molti anche senza mascherina, e avete abbassato la guardia (eppure io vi avevo avvisato, nelle mie precedenti letterine) illudendovi, forse, che io me ne fossi andato.

E così la prevista (da parte vostra) seconda ondata è arrivata e state di nuovo correndo ai ripari; parziali coprifuoco, chiusure di questo e di quello, e di nuovo pronostici in Tv, pareri di scienziati, virologi ecc. ecc. ,uno il contrario dell’altro.

E voi vi sentite di nuovo in balia delle onde delle incertezze, vero?

Avete riaperto le scuole, e per questo mi devo complimentare perché siete stati bravi, nella quasi totalità degli istituti, tanto da renderli dei posti sicuri. Ma non avete messo lo stesso scrupolo nel curare i mezzi di trasporto, per cui la catena presenta degli anelli deboli e quando uno solo degli anelli è debole si indebolisce tutta la catena. Ho sentito che state potenziando il numero dei bus e… ma non potevate pensarci durante l’estate, prima della riapertura delle scuole?!

Perciò… scuole chiuse di nuovo (ok, solo quelle superiori), e di nuovo la didattica a distanza. Non riesco a capire se mi fate più tenerezza o più rabbia.

Se proprio devo dirvela tutta, chiudere i teatri, i cinema e i luoghi di cultura è stata un’idea balorda. Sì, perchè io ci sono andato, lì dentro, a cercare di contagiare qualcuno, e vi confesso che è stato impossibile, viste le scrupolose regole anti-me adottate!

Vado contro i miei stessi interessi ma crepo se non ve lo dico: la vostra vita sta cambiando ancora, dunque.. sarete voi a guidare il cambiamento o vi lascerete travolgere da lui?

E dal momento che siamo in periodo di zucche, permettetemi, miei cari umani, un’altra domandina: verificate ogni tanto la quantità di sale che c’è nella vostra?

Nello scorso lockdown (non si poteva dire, qui in Italia, semplicemente chiusura?) avevate appeso ai vostri balconi e finestre tanti striscioni e lenzuola con la scritta ANDRA’ TUTTO BENE.

Avete ancora un pizzico di entusiasmo per dirvelo di nuovo, anche solo nel segreto del vostro cuore?

Vi ripeto di nuovo la domanda all’inizio di questa mia letterina: sono diventato io più cattivo o voi più indisciplinati?

Il vostro sempre più affezionato

Coronavirus

4 commenti

  1. Bg a tutti ed anche a te Covid… Per la verità le tue considerazioni sono valide… E pure le mie perplessità.
    Di certo in tutta questa epidemia pandemoniale qualcosa che non va c’è… Qualcosa di non detto bene o meglio non illuminato e su cui non si interviene… Mi ritorna in mente il caso dell’arbitro corrotto che favorisce una squadra rispetto all’altra… Intanto noi poveri Comuni mortali aspettiamo… O che tu, Covid, ti stanchi e vai in vacanza… O che il circo mediatico di politici e virologi si decida a parlare finalmente di cause, da rimuovere, oltre che di soldi e vaccini… Saluti a tutti

    "Mi piace"

  2. Mio caro Merlino… pur volendo, non potrei lasciare l’Italia e andare in vacanza: 1) perché qui ci sto bene e con voi mi diverto un sacco; 2) perché andare in vacanza significherebbe andare in un altro Paese ma in qualsiasi altro posto ci sono già i miei colleghi e quindi è tutto occupato; 3)perchè spero, come molti di voi, che da questa esperienza ne esca qualcosa di buono, qualcosa che sapete che andava fatto ma che non vi siete mai impegnati seriamente a fare: scuola, sanità, trasporti, ecc. La vostra vita ormai è cambiata, quindi provvedete a renderla la migliore possibile.

    "Mi piace"

    1. E qui ti sbagli Covid… Da noi i politici sono espressione del nostro sentire… Preferiscono ascoltare i pifferai che escono sulla scena. Se avessero usato il cervello… Almeno negli ultimi 20 anni… Avrebbero fatto strade vere in tutta Italia, ferrovie ad alta velocità in tutta Italia. Non avrebbero smantellato gli ospedali al Sud… Non avrebbero creato una sanità privata che prende meriti… Ma si defila nel bisogno… Conclusione… Secondo me se speri che dopo di te ci sarà un miglioramento… O dovrai lavorare tantissimo ancora, purtroppo, e ti dovrai stancare anche tu… Oppure segui il mio consiglio… Abbandona la presa… Sveglio un altro pianeta in un’altra galassia… C’è tanto spazio… Anzi se sei così desideroso di migliorare gli esseri… Forse sul nuovo pianeta contribuirai alla formazione di esemplari migliori per l’universo. In fondo che ti importa di una sparuta colonietta terrestre???

      "Mi piace"

      1. Caro Merlino… sarà pure una colonietta ma io, pur non provando sentimenti e sensazioni, quasi quasi mi ci sono affezionato. E poi questo gioco mi piace troppo, ormai, per abbandonarlo proprio adesso. Proprio adesso che state cominciando a preoccuparvi sul serio, a capire dove stanno le falle del vostro sistema e a cercare di porvi rimedio. Io non ho mai detto che voglio migliorarvi, altrimenti che virus sarei? Ma vi prometto che se voi migliorate voi stessi e la vostra vita io me ne andrò e… chissà… mi inventerò qualcos’altro. Spesso, dalle cose brutte, nascono cose belle e inaspettate.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: