Lab. “Io scrivo con letizia”: il pettegolezzo

Oggi il 4° incontro del mio lab. di scrittura creativa “Io scrivo con letizia“. I miei piccoli scrittori della 3 B (Scuola Primaria “Monachelle” di Rossano) sono sempre più coinvolti nella storia della rana Gelosina.

Cosa è capitato oggi allo Stagno Verderame? Nella puntata scorsa (QUI) il Rospetto Saltellino è sparito e tutti sono molto preoccupati. Rana Gelosina, la babysitter, è angosciata. Tutto intorno è un gran baccano. Solo Rospo Timidus cerca la soluzione al mistero e si inoltra nel Bosco del Sole. Fra chi si agita senza concludere niente c’è un gruppetto di rane. Sono le Rane Pettegole e la loro specialità è – chiaramente – il PETTEGOLEZZO.

Cominciano ad accusare Gelosina, mettono in dubbio la sua professionalità e insinuano il sospetto che, facendo sempre gli occhi dolci a Rospo Furibondo, si sia distratta perdendo di vista Saltellino.

E così abbiamo parlato del pettegolezzo. Cosa c’è dietro?

I bambini hanno individuato l’INVIDIA, prima di tutto, e anche TRISTEZZA, FRUSTRAZIONE, VOGLIA DI METTERSI IN MOSTRA e BISOGNO DI ATTENZIONI.

I maldicenti (cioè i pettegoli) sprecano il tempo a dire male degli altri. Cosa bisogna fare se ne conosciamo qualcuno o siamo noi stessi oggetto del pettegolezzo? Io e i bambini abbiamo trovato queste soluzioni: 1) non alimentiamo ciò che riportano le malelingue; 2) restiamo noi stessi; 3) invitiamole a riferire sempre cose buone, utili e vere.

Torniamo allo Stagno Verderame. Di pettegolezzo in pettegolezzo, la situazione degenera. La scomparsa di Saltellino viene dimenticata. Tutti cominciano a litigare. La situazione è fuori controllo.

Intanto RospoTimidus, l’unico che vuole davvero ritrovare Saltellino e salvare la reputazione di Gelosina (da sempre l’ama in silenzio), cerca senza sosta nel bosco. Sta quasi perdendo le speranze quando…all’improvviso…appaiono LIQUIRIZIA e CLEMENTINO!

I due supereroi di Corigliano-Rossano si sono infiltrati anche in questa storia per riportare la pace. Riusciranno anche in questa impresa?

Lo vedremo nel prossimo incontro del Laboratorio.

E tu…che ne pensi del pettegolezzo?

Letizia Guagliardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: