Sei insegnante, educatore, genitore…?

Questo post di oggi lo dedico a chi si prende cura di bambini o di ragazzi. Un compito bellissimo e molto difficile. Chi si trova in una o più di queste posizioni deve essere consapevole di questa grande e meravigliosa responsabilità e anche dei vari ruoli che deve essere pronto a svolgere. Sì, perché deve essere anche un…

  1. AGRICOLTORE:

deve arare bene il “terreno” per farlo diventare adatto alla successiva semina; deve piantare continuamente e senza parsimonia i suoi semi affinché  questo sia verde, sano e curato; deve stare attento a ciò che coltiva: se semina gramigna raccoglie gramigna. Così ogni anno, in giugno e in luglio, potrà raccogliere con soddisfazione le spighe di grano mature.

2. GIARDINIERE:

deve saper raddrizzare le “piantine” affidate alle sue cure; deve potare i rami secchi, dare la giusta quantità di acqua, aria e luce; deve sfoltire per bilanciarne lo sviluppo. Se avrà fatto un buon lavoro, dopo molti anni vedrà un giardino rigoglioso, pieno di colori e di profumi.

3. IDRAULICO:

deve far fluire nella mente e nel cuore dei suoi bambini/ragazzi l’acqua fresca e pulita della conoscenza; deve sgorgare i tubi intasati da “calcare”, “ruggine” e “impurità”. Sarà soddisfatto del suo lavoro se vedrà nella loro vita il buon funzionamento dei vasi comunicanti da lui installati.

4. ELETTRICISTA:

deve saper accendere le scintille della curiosità e dell’immaginazione; deve attivare gli impulsi della creatività e della meraviglia; deve collegare i fili del coraggio, della determinazione, della perseveranza, dell’onestà e deve, anche, riparare i fili logori. Se avrà costruito un ottimo circuito elettrico, i suoi studenti potranno ricevere delle straordinarie scosse.

5. VASAIO:

deve modellare, plasmare, trasformare quella materia viva che è il suo allievo. È “come argilla nelle sue mani” e il bravo artigiano sa che si deve armare di sapienza, di tenerezza e di fede. Ma sorride mentre lavora, perché sa che quella massa informe diventerà un pezzo unico e bellissimo.

6. FORNAIO:

deve miscelare le farine adatte per dare consistenza; dosare il sale e l’olio per insaporire le lezioni  e aggiungere la giusta quantità di lievito per dare energia e aiutare la crescita; deve sapere qual è l’aria che favorisce la buona lievitazione e deve impastare mettendo in sintonia la testa e le mani: con tocchi delicati e precisi altrimenti “la pasta soffre”. E poi deve aspettare che l’impasto faccia le bolle, deve rispettare i suoi tempi, dargli una forma e metterlo in forno. E aspettare che si cuocia. Perchè  il segreto di un buon pane è la pazienza.

Quante attività ci sono da fare! Anche quest’anno…rimbocchiamoci le maniche!

Letizia Guagliardi

6 risposte a "Sei insegnante, educatore, genitore…?"

Add yours

  1. Credere nelle potenzialità dell’alunno e calibrare l’intervento educativo alle esigenze dello stesso, mi riferisco a tutti coloro che vivono situazioni di svantaggio, difficoltà e disagio. Grazie Letizia!

    "Mi piace"

  2. Buongiorno carissima prof e buona domenica, come sempre scrivete e pubblicate cose vere,condivido, anche perché ho da poco iniziato il tirocinio in un asilo e una bimba di quattro anni ha detto: maestra, mamma che cambia?? Sono sinceri e affettuosi e se ci penso è vero, quando vai oltre e vedi il cuore di una persona allora maestra e mamma cosa cambia, volevo condividere con voi questo pensiero,buona giornata

    "Mi piace"

  3. Ho accarezzato il volto dei bimbi con le mani dei loro genitori, ho asciugato le loro lacrime con i loro cuori, li ho educati con la loro intelligenza. Genitori ed io: la stessa grande nave nel mare dell’amore! (Ho insegnato nella scuola materna). Buona serata, carissima!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: